Banner
Sign up for PayPal and start accepting credit card payments instantly.
Tophost Hosting

 

La Basilica di San Lorenzo in Lucina sorse nel IV secolo (366 d.C.) sulla residenza dell’omonima matrona cristiana. La trasformazione della domus in luogo di culto avvenne sotto Papa Sisto III, ed in seguito fu ampliata da Papa Pasquale II nel XII secolo. Di quest'ultimo restano il portico e il campanile a due piani di monofore e tre di bifore.

Nel 1281 fu eretto Il palazzo cardinalizio, che fu poi ceduto nel 1624 al principe Michele Peretti.

Nel 1606 Paolo V la affidò ai Chierici Regolari Minori, che per opera di Cosimo Fanzago la restaurarono completamente, trasformando le navate laterali dell’antica basilica in cappelle gentilizie. Successivamente vi furono gli interventi di Gian Lorenzo Bernini per la cappella Fonseca, di Carlo Rainaldi per l’altare maggiore, la cappella del Sacramento e per il convento e di Giuseppe Sardi per il battistero.

Con il restauro di Andrea Busiri Vici del 1856 fu eliminata la gran parte delle decorazioni barocche della navata furono aggiunte due cappelle. Agli inizi del XX secolo venne ripristinato l’aspetto del campanile e nel 1927 si riaprì il portico murato.

La facciata è a capanna, con timpano triangolare e grande oculo centrale, ed è preceduta da un portico architravato, con sei colonne in granito con capitelli ionici e pilastri angolari con capitelli corinzi. Il portico accoglie frammenti marmorei e iscrizioni per lo più medioevali e, ai lati del portale d’ingresso, due leoni marmorei risalenti a Papa Pasquale II. Il monumento funerario Severini, del 1825, è di Pietro Tenerani.

L’interno della chiesa, originariamente a tre navate, si presenta nelle gelide forme puriste del restauro del Busiri Vici ed è decorato dagli affreschi di Roberto Bompiani (1860). Sotto l'altare si trova l'urna settecentesca che racchiude la graticola sulla quale il santo avrebbe subito il martirio. L'altare maggiore, opera di Carlo Rainaldi, ospita il famoso crocifisso di Guido Reni; da ricordare inoltre il monumento di Nicolas Poussin, realizzato da Chateaubriand e i dipinti di Ludovico Gimignani.

 

Tophost Hosting
Banner
Banner